1 aprile 2018

CHIFFON CAKE AL LIMONE

Una torta soffice e leggera, elegante e di grande effetto, può essere aromatizzata con aromi, spezie e liquori differenti. Trae origine nella pasticceria americana. Rimanda alla tavola delle feste, ha bisogno di una teglia speciale di cottura, con dei piedini, che permettano, dopo la cottura, la circolazione di aria, che fa sì che la torta si stacchi bene. Per questo non serve imburrare la teglia... Può essere poi decorata con tante glasse a gusto e piacimento di ognuno, dando sfogo alla propria creatività, ogni volta diversa!E' abbastanza calorica, per questo è una torta solo per le occasioni speciali!Nella mia versione vegana, le uova possono essere sostituite con l'amido di mais, la maizena, mentre gli albumi con l'aquafaba montata a neve! 


Per uno stampo da 26 cm


Ingredienti:

 
  • 290 grammi di Farina 00 
  • 290 grammi di zucchero fino (anche di canna)
  • 120 grammi di olio di mais o di girasole biologico
  • 1 limone biologico
  • 2 grammi di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci 16 grammi
  • 1 bustina di cremor tartaro 17 grammi
  • un baccello di vaniglia bourbon
  • 220 grammi di acqua a temperatura ambiente
  • 18 cucchiai di aquafaba di ceci
  • 12 cucchiai di amido di mais (maizena)

L'amido di mais e l'aquafaba, sostituiscono le 6 uova, per una versione vegetariana e non vegana. Se optate per la versione vegetariana, togliete amido di mais e aquafaba ed utilizzate le 6 uova, albumi e turoli. La versione vegana è decisamente stupefacente!

Procedimento:


In due distinte insalatiere, procedete come segue.

  1. In una delle due, versate la farina ben setacciata e lo zucchero fino, la bustina di lievito per dolci,  metà della bustina di cremor tartaro e il sale. Con l'aiuto di una spatola per dolci miscelate bene il tutto.
  2. Nell'altra insalatiera versate l'amido di mais, i semini del baccello di vaniglia, che tirerete fuori con l'aiuto della punta di un coltellino, la scorza grattugiata del limone. Aggiungete l'acqua e l'olio vegetale (mais o girasole) e con una frusta sbattete bene, senza formare grumi. (Nella versione con le uova, sostituitele all'amido di mais in questo punto della ricetta i tuorli delle uova).
  3. A questo punto, versate il tutto nella ciotola con la farina, con l'aiuto di uno sbattitore elettrico e sbattete fino ad ottenere una crema densa e liscia.
  4. A parte montate a neve l'aquafaba (o l'albume per la versione vegetariana) con delle gocce di limone, sbattete per qualche minuto e poi unite anche la restante parte di cremor tartaro. Continuate a sbattere fino a quando non sarà montata a neve ben ferma.
  5. Unite l'aquafaba (o gli albumi) ben montati al composto, con l'aiuto di una spatola, incorporate piano piano, avendo l'accortezza di mescolare dall'alto verso il basso per non smontarli.
  6. Versate nell'apposita teglia per "chiffon cake", livellando bene il composto e non 
  7. Infornate a 160° per circa 1 ora.
  8. Lasciate riposare 2/3 ore o più, prima di togliere la torta dalla teglia.

Per fare gli albumi montati a neve con l'aquafaba di ceci, potete seguire tutti i passaggi nel link al mio blog:

COME FARE ALBUMI MONTATI A NEVE SENZA UOVA 


L'apposito stampo a tronco di cono, con fondo amovibile e dotato di piedini, permette di lasciare la torta a raffreddare con una circolazione omogenea di aria, che permette di staccarla più facilmente dalla teglia e la renda ancora più morbida. Lo stampo non va imburrato, né infarinato, né oliato. Quando procedete a toglierla, aiutatevi con un coltellino.

Grazie a Roberta Piva, per l'allestimento del set e per le foto realizzate insieme!

EL

 
 

Nessun commento:

Posta un commento